Come risparmiare acqua

471890-waterNegli ultimi anni, il risparmio d’acqua si è reso fondamentale a causa dell’aumentata richiesta di risorse idriche a livello mondiale. Ognuno può dare il suo contributo sia per ridurre l’uso dell’acqua, sia per limitare l’impatto che le attività umane hanno sull’ambiente.

  • Nella vita di tutti i giorni

Le attività quotidiane sono una fonte importante di spreco d’acqua. Per esempio, ricordarsi di chiudere il rubinetto mentre ci si lava i denti permette di risparmiare più di 350 litri di acqua al mese. Riparare un rubinetto che perde permette di risparmiare fino a 1000 litri d’acqua al mese.

  • Dispositivi salva-acqua

Un altro modo per risparmiare acqua è installare sistemi che usano meno acqua per svolgere le attività quotidiane. Per esempio, nelle abitazioni il consumo maggiore di acqua avviene durante la doccia o quando si scarica l’acqua del wc. In commercio sono disponibili dei wc a basso consumo d’acqua e dei soffioni doccia che riducono considerevolmente lo spreco d’acqua. Alcune persone usano addirittura delle toelette compostanti che non richiedono acqua. Oltre ai sanitari, esistono anche delle nuove lavatrici e lavastoviglie che usano molta meno acqua delle loro vecchie versioni.

Agricoltori e ditte agricole stanno adottando nuove tecnologie che favoriscono la riduzione dello spreco d’acqua nell’irrigazione delle coltivazioni. I nuovi sistemi di irrigazione producono spruzzi a minore pressione, così l’acqua che arriva alle piante è maggiore e si riduce la quota che evapora o viene perduta. Alcuni sistemi di irrigazione a goccia dirigono l’acqua direttamente alle radici delle piante.

  • Xeriscaping

È una tecnica di giardinaggio che consiste nel coltivare solo piante che sono native dell’area in cui si vive. Le piante native di solito usano meno acqua per crescere o fanno un uso migliore dell’acqua disponibile.

  • Riciclo dell’acqua

Molte ditte hanno iniziato a riciclare l’acqua che usano durante i loro processi manifatturieri. Invece di immettere le acque di scarto nei fiumi, queste vengono raccolte, pulite (se necessario) e reimmesse nel sistema. Molte città e alcune ditte usano le cosiddette “acque grigie” per irrigare campi da golf e parchi cittadini.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *